IMG_4232La cosi detta “Gola degli Schiocchi del Secchia” attraversa l’intero tracciato alto-montano della Strada Statale n.63, rappresentandone il punto di maggior suggestione e bellezza paesaggistica. In questo punto l’antica “Strada Nazionale” (realizzata dal Duca d’Este nel 1833), si snoda per centinaia di metri su strapiombanti cigli rocciosi in cui il Fiume Secchia con opera millenaria ha profondamente tagliato le spettacolari stratificazioni di arenaria che affiorano in tale zona.

Tutta l’area è ammantata da un folto mantello arboreo che fa da sfondo alle più alte vette dell’Appennino in un equilibrato e mirabile assetto paesaggistico, che da sempre e stato celebrato da i più rinomati “viaggiatori storici” della Montagna Tosco-Emiliana. Per queste sue caratteristiche gli “Schiocchi del Secchia” costituiscono un autentico monumento geologico reso ancor più mirabile dal suo corredo di testimonianze storiche ed artistiche: nelle immediate adiacenze degli “Schiocchi” è infatti situato l’antico borgo di Cerreto Alpi, citato in documenti del IX secolo, Maestà murarie sei/settecentesche, edifici ottocenteschi di epoca ducale ed altri fabbricati di interesse storico-culturale fanno da compendio alla spettacolare Gola degli Schiocchi.

Nell’antico borgo di Cerreto Alpi opera La Cooperativa i Briganti di Cerreto, ora pronta per ospitare coppie e famiglie grazie alla ristrutturazione di una vecchia stalla e di un metato, dai quali si sono ricavati 8 posti letto aggiuntivi che con i 10 posti del Mulino aumentano la capacità ricettiva del borgo dedito al turismo di comunità.

I progetti portati avanti dai Briganti di Cerreto hanno ridato ossigeno a questo borgo del Parco Nazionale dell’Appennino tosco emiliano: un lungo, ricercato e accurato intervento di ristrutturazione ha reso questi due edifici dei piccoli gioielli architettonici.

Le strutture, confortevoli e curate nei minimi dettagli, sono dotate di 4 posti letto ciascuna, soggiorno con angolo cottura e divano letto, una camera matrimoniale e un vano servizi con doccia. Possono essere prenotate contattando la Cooperativa I Briganti di Cerreto: www.ibrigantidicerreto.com

E-mail: info@ibrigantidicerreto.com

Telefono: 0522 897659

 

Le attività che si possono svolgere a Cerreto Alpi cambiano da stagione in stagione! Ecco alcuni esempi delle attività che si possono realizzare, senza utilizzare la macchina.

  • Punto di partenza del sentiero denominato Schiocchi del Secchia, uno dei tratti più suggestivi e selvaggi dell’Appennino, dove le acque hanno eroso nel corso dei millenni gli strati di roccia arenaria, originando un canyon suggestivo con cascate, rapide, correntine e profonde pozze. NOVITA’ 2015 : 2 PONTI TIBETANI
  • Escursioni a piedi, a cavallo o in mountain bike, ai Laghi Cerretani e nei sentieri del Parco dell’Appennino Tosco-Emiliano, da organizzare su prenotazione.
  • Escursioni con ciaspole nel periodo invernale. I sentieri consentono di raggiungere le cime delle montagne più alte dell’Appennino centro-settentrionale come L’Alpe di Succiso-Casarola, la Nuda, il Cavalbianco e il Ventasso che formano la cornice naturale al borgo di Cerreto Alpi. Vi è inoltre un sistema di strade forestali che vi permetterà di raggiungere i paesi vicini e i rifugi appenninici.
  • Raccolta delle castagne e altre attività collegate a questo prezioso frutto del bosco, un tempo principale alimento nutrizionale delle genti di Appennino, nell’ambito delle proposte del Turismo di Comunità.
  • Torrentismo/Canyoning e Pesca Sportiva nel fiume Secchia