L’itinerario è composto da 3 tappe che potete variare a vostro piacimento. Vi porterà sulle colline di Marzabotto, tra boschi, prati, passando davanti a vecchi mulini e attraversando rii. L’itinerario completo è di 31,5 km.

 Tappa 3: Malfolle – Lama di Reno

Vi aspetta un’ultima tappa di 13 km piuttosto facile, quasi tutta in discesa o in piano.
Usciti dall’agriturismo Ca’ di Malfolle prendete subito la strada sterrata a dx (CAI 138). Seguite questa strada, che poi diventa sentiero, scendendo tra campi e bosco. Dopo 800 m attraversate una piccola strada asfaltata (via Boschi) e vi trovate nel cortile di un casolare. Sulla sinistra vedete una targhetta che ricorda Amedeo Nerozzi che visse qui.

Lasciate il casolare sulla vostra sinistra e proseguite sul sentiero 138 in discesa. Incontrate di nuovo via Boschi e scendete sulla strada fino a raggiungere la Porrettana. Andate a dx sulla strada statale e poco dopo, all’altezza di una casa, attraversate la strada e scendete a Pioppe (via Pioppe Berleta). Dopo il ponte che attraversa i binari tenetevi a sx ed andate verso il Reno. Da qui comincia una strada sterrata a sx, lungo il Reno fino a Sibano, poi al Ponte di Sperticano (che lasciate sulla vostra dx). Qui trovate il sentiero CAI 132 (anche pista pedo-ciclabile) che vi porta, sempre lungo il Reno, a Marzabotto. Dopo un piccolo ponticello, andando a dx, trovate sulla vostra sx un’area attrezzata con tavoli, panchine, bagno ed un grande prato (“Parco Benessere”, messo in piedi e curato da volontari). Potete utilizzare l’area per una sosta.

Proseguite sulla pista pedo-ciclabile.

A circa 1 km dal Parco Benessere vedete sulla vostra sx alcuni orti ed una salita che porta al Museo Nazionale Etrusco “Pompeo Aria” con un’ampia area archeologica. Potete visitare i resti strutturali di questa antica città e poi proseguire sulla pista pedo-ciclabile che vi riporta al Parco Bottonelli e alla stazione di Marzabotto. Se volete tornare al punto di partenza, alla stazione di Lama di Reno, rimanete sulla pista pedo-ciclabile. Attraversate il ponte sospeso sul Reno. Al bivio seguente prendete la strada asfaltata a sx (via Lama di Reno) ed arrivate direttamente a Lama di Reno, passando per Panico (passate davanti alla bella pieve romanica di Panico).

Variante:

Con una deviazione a Malfolle è possibile visitare il piccolo oratorio S. Nicolò di Bezzano, le cui prime notizie risalgono al 1300. L’oratorio di Bezzano è chiuso, ed è in una proprietà privata.Se desiderate accedervi mettetevi in contatto in anticipo con il vostro agriturismo Cà di Malfolle.

Se decidete di fare questa variante, potete anche visitare una targhetta che ricorda uno degli episodi dell’eccidio di Marzabotto, la strage nella località Faggiolo del 23 luglio 1944. Si trova in via Boschi 2. Come nel percorso descritto sopra andate sul CAI 138, ma poi scendete a sx per il frutteto dell’agriturismo. Arrivati davanti ad un canneto, andate a sx e scendete poi a vista per un grande prato. Dopo 800m arrivate all’oratorio. Per proseguire prendete la strada forestale che vedete davanti a voi, andate a dx, seguendo questa stradina. C’è una curva a sx, voi rimanete sulla stradina, camminando nel bosco. Dopo altri 800m arrivate alla località Faggiolo (targhetta) e scendete per via Boschi fino ad arrivare alla Porrettana. Proseguite come descritto sopra. Il percorso con questa variante è di 14 km.

Modalità di fruizione
a piedi
a piedi
in MTB
in MTB
Durata
Per la terza tappa (senza varianti) occorrono circa 3 ore.
Complessità
Sentiero turistico (T).
Informazioni logistiche

Punto di partenza:

Malfolle (Marzabotto).

Lungo il percorso (con piccola deviazione) c’è una fontana a Sibano, di fronte al “Bar One” sull’altro lato della Porrettana. C’è un bagno aperto (chiuso durante i mesi invernali) al “Parco Benessere” lungo il Reno. C’è anche dell’acqua, ma non è potabile.

Quota e dislivello

Percorso base:
+250m -560m
Variante (fino alla stazione di Lama di Reno):
+320m -630m

Periodo di fruizione

Tutto l’anno

Caratteristica segnaletica
CAI 138 con segnaletica bianco/rossa, all’inizio strada sterrata, poi sentiero e strada asfaltata. Sentiero non segnato lungo il Reno, infine CAI 132 ed un ultimo pezzo su strada asfaltata non segnata per arrivare a Lama di Reno.
Accesso disabilità
Accessibili i tratti su strada asfaltata e sterrata, problemi di accessibilità sui sentieri ed eventualmente sul ponte sospeso.
Link correlati e allegati

 

 

Varianti
  • Variante per Oratorio di S. Nicolò
Scarica il tracciato KML


Scopri come usare il file KML

A causa del continuo mutamento dell’assetto idrogeologico del territorio, si declina ogni responsabilità rispetto all’esatta corrispondenza delle informazioni fornite e sulle condizioni di fruibilità dell’itinerario.