Tre giorni di cammino lungo la Valle dell’Acquacheta e l’Alta Valle del Tramazzo, che ci condurranno alla famosa Cascata, citata da Dante nel XVI canto dell’Inferno, attraverso vecchi poderi, alcuni dei quali ancora oggi abitati, e antichi mulini, segno della passata presenza dell’uomo.

Tappa 3: Lago di Ponte – S. Benedetto in Alpe

Nella terza tappa sarà necessario quindi risalire nuovamente fino alla Colla del Tramazzo, percorrendo ancora una parte del Sentiero Natura. Giunti sulla strada forestale con segnavia 553 si seguirà ancora nuovamente in direzione M. Collina, svoltando però dopo poche centinaia di metri sulla destra sul sentiero 415 che ci porterà, grazie a una piacevole discesa, direttamente al punto di partenza dell’anello. Inizialmente immerso nell’ombra dei faggi, il sentiero presto si apre e ci regala splendidi scorci di S. Benedetto in Alpe. Proseguendo fino quasi a ridosso della strada, svoltiamo a sinistra arrivando direttamente all’interno del nucleo più antico di S. Benedetto, il Poggio, il quale racchiude i resti di una delle più antiche abbazie benedettine, fondata attorno all’anno mille da San Romualdo, padre dell’ordine dei Camaldolesi. Dopo la visita alla chiesa e all’antica cripta, si potrà scendere alla parte bassa del paese e da qui al punto di partenza.

 

Modalità di fruizione
a piedi
a piedi
Durata
3,5 ore a piedi (fonte Parco Nazionale delle Foreste Casentinesi)
Complessità
Sentiero escursionistico (E).
Informazioni logistiche

Partenza e arrivo dell’anello di tre giorni: San Benedetto in Alpe (FC). Parcheggio e area di sosta presente nei pressi dell’imbocco del sentiero. Presso il paese possibilità di pernotto e ristoro nelle strutture ricettive presenti.
Mezzi pubblici:
LINEA 127 con partenza da Forlì (Start Romagna)

Quota e dislivello

400 m di dislivello in salita
500 m di quota minima dell’anello nel suo complesso
1103 di quota massima dell’anello nel suo complesso

Periodo di fruizione

Per ammirare la cascata dell’Acquacheta al massimo della portata è sconsigliabile la visita in piena estate. L’anello nel suo complesso è percorribile in ogni periodo dell’anno.

Caratteristica segnaletica
Sentieristica CAI con segni bianco e rossi: 559, 553, 415
Scarica il tracciato KML


Scopri come usare il file KML

A causa del continuo mutamento dell’assetto idrogeologico del territorio, si declina ogni responsabilità rispetto all’esatta corrispondenza delle informazioni fornite e sulle condizioni di fruibilità dell’itinerario.