Interessante escursione lungo una delle più note vie storiche di pellegrinaggio dirette a Roma, questo anello ripercorre la Via Romea di Stade, testimoniata negli Annales Stadenses dal Monaco Alberto nel XIII secolo, attraverso Nasseto, Passo Serra e i piccoli borghi della Valle Santa a ridosso del sacro monte della Verna.

Tappa 3: Badia Prataglia – Bagno di Romagna
La terza e ultima tappa prevede per prima cosa la salita al P.so dei Lupatti. Per fare questo consigliamo di seguire la strada forestale con segnavia 60 fino a Campo dell’Agio e da qui svoltare a destra sul 64 per giungere alla strada SR71 dei Mandrioli. Seguiamo per poche centinaia di metri la strada asfaltata fino all’imbocco del sentiero 58, che risale il F.so del Macchione e ci accompagna attraverso una splendida faggeta. Dai Lupatti si prosegue per poche decine di metri sulla sinistra lungo la strada forestale del Cancellino e si imbocca il sentiero di crinale 00, per poi deviare sulla sinistra sul sentiero 201 e scendere quindi fino al Poggiaccio. Da qui si imbocca il sentiero 185, attraverso boschi di cerro, castagneti e vecchi poderi, per giungere infine alla strada per i Mandrioli (SP142). Si dovrà infine proseguire brevemente sull’asfalto fino al bivio con la statale e svoltare a destra per trovarsi nuovamente in poco tempo al punto di partenza del nostro anello.

Modalità di fruizione
a piedi
a piedi
Durata
4.30 ore a piedi - 10 km (fonte Parco)
Complessità
Sentiero escursionistico (E) - Difficoltà dell'anello nel suo complesso: 4 (scala da 1 a 5)
Informazioni logistiche

Partenza e arrivo dell’anello di tre giorni

Bagno di Romagna (FC).

Mezzi pubblici

LINEA 138 con partenza da Cesena (Start Romagna).

Quota e dislivello

400 m di dislivello in salita.

Periodo di fruizione
Caratteristica segnaletica
Sentieri 60, 64, SR71, 58, 00, 201, 185, SP142
Scarica il tracciato KML


Scopri come usare il file KML

A causa del continuo mutamento dell’assetto idrogeologico del territorio, si declina ogni responsabilità rispetto all’esatta corrispondenza delle informazioni fornite e sulle condizioni di fruibilità dell’itinerario.