Dalla variante nord Cusna in località Casalino proseguendo verso nord sul sentiero Spallanzani si raggiunge il borgo di Montecagno con interessanti tipologie abitative a nucleo chiuso ed autonomo e da lì Cerrè Sologno e la valle dei Gessi Triassici. Da Casalino partono interessanti itinerari che permettono di arrivare alla zona degli schiocchi dell’Ozola e delle miniere di casalino sfruttate già dagli estensi per presunta presenza di argento. Inoltre da qui si raggiungono i Prati di Sara.
Dal CAI 621 si stacca a nord una strada forestale di interesse che tiene il crinale della Costa di Sologno tra le valli del Torrente Lucola e del Rio Sologno. Questa strada raggiunge Sologno dalla località il Monte.
Sologno è uno dei borghi più significativi dell’alto appennino per il suo andamento lineare e la netta suddivisione tra l’area fortificata e quella agricola (Valle). Molto interessanti anche i castagneti e il particolare colore rosa degli intonaci dovuto alla cottura dei gessi nelle tipiche fornelle, delle quali alcune recuperate e visibili. A Sologno sono presenti diverse strutture di ristoro e ricettive e durante l’autunno sono organizzate feste della castagna e del vino novello e della cintura (maiale).

Modalità di fruizione
a cavallo
a cavallo
a piedi
a piedi
con le ciaspole
con le ciaspole
in MTB
in MTB
Durata
Complessità
Sentiero escursionistico (E)
Informazioni logistiche

Punto di partenza

Casalino

Durante il percorso

Montecagno

Punto di arrivo

Sologno

Quota e dislivello
Periodo di fruizione

Maggio-Settembre ottimale.
Ottobre-Novembre ad esclusione delle giornate o periodi con tempo instabile.
Dicembre-Aprile, a seconda delle condizioni, fattibile con ciaspole o sconsigliato per possibile presenza di neve e ghiaccio sul percorso.

Caratteristica segnaletica
Accesso disabilità
Scarsamente accessibile
Link correlati e allegati

Cartina: Carta Geomedia 3 2014

Scarica il tracciato KML


Scopri come usare il file KML

A causa del continuo mutamento dell’assetto idrogeologico del territorio, si declina ogni responsabilità rispetto all’esatta corrispondenza delle informazioni fornite e sulle condizioni di fruibilità dell’itinerario.